gttempo@tiscali.it      
 

  Home - chi siamo - storia - dove siamo - contatti - i numeri - x il sociale - DVD - GTTour - sostienici
copioni teatrali - novità - musical - Napoli - per ragazzi - stranieri - monologhi - scritti per voi
cartellone - ricerca - autori - amici - info - libreria - l'esperto risponde - f.a.q.
  GTTour 2017 / 18 - GLI ALLEGRI CHIRURGHI di Ray Cooney, LA CENA DEI CRETINI di F.Veber e il debutto di LE PRENOM, CENA TRA AMICI di di A. de La Patellière e M. Delaporte : visita la sezione 'cartellone' per conoscere le date degli spettacoli                    Copioni On Line : nella sezione 'Novità' trovi gli ultimi arrivi                    L'esperto risponde : i nostri consulenti teatrali al tuo servizio                    I nostri spettacoli in DVD : il teatro a casa tua                   Primavera 2017 : raggiunta la quota di 152.000 iscritti
   

AUTORI
Questa sezione è dedicata agli autori dei testi pubblicati sul nostro sito; forniamo una breve presentazione dell'artista e delle sue opere ed eventuali informazioni che possano facilitarne il contatto (sito internet, e-mail, numero di telefono, ...).

Se sei un autore e sei interessato all'iniziativa puoi scrivere al nostro indirizzo di posta

  gttempo@tiscali.it

allegando tutto o in parte il seguente materiale :
- presentazione dell'autore
- presentazione generica delle opere
- sito internet
- e-mail
- telefono

Sarà pubblicato solo il materiale che ci sarà pervenuto dal diretto interessato.

 

AUTORI

LUIGI PIRANDELLO

Sintesi biografica
a cura di Pasquale Calvino

Pirandello nasce (Agrigento1867-1936 Roma) nel podere di campagna( Caos) della sua agiata famiglia, proprietaria anche di una solfatara. La famiglia, di idee garibaldine e patriottiche, si era costituita una fortuna con l’ estrazione e il commercio dello zolfo.

Nel 1887 si trasferisce a Roma. Nel 1889 prosegue i suoi studi a Bonn. Rientra a Roma nel 1993 e qui si stabilisce.

Nel 1903 un improvviso ed enorme dissesto economico e il conseguente gravissimo trauma psichico della moglie Antonietta Portulano caduta in uno stato di inguaribile follia( delirio di gelosia…), gli sconvolgono la vita fino a portarlo alle soglie del suicidio. Reagisce impegnandosi completamente nel lavoro e celando i suoi traumi dolorosi e privati nei modi di una umiltà e di un pudore che sanno di grande eroicità. Pirandello volle affettuosamente sopportare anche la follia della moglie che è stata ,in parte, ispiratrice delle sue opere: “ la paura d’ impazzire è presente già nei primi documenti autobiografici e denuncia un’ ossessione che accompagna Pirandello per tutta la vita, tanto più quanto in un inquietante riflesso speculare, la moglie Antonietta diventa preda degli spettri della psicosi paranoica. Lo scrittore costeggia affascinato e sgomento l’ abisso della schizoidia, anche se, ovviamente, rimane quello che la psichiatria esistenziale definisce uno- schizoide sano di mente-per di più dotato salvificamente di genio creativo.(Elio Gioanola:  Pirandello, la follia-  1997-Jaca Book).

La sua opera, risentendo della psicanalisi, analizza le problematiche legate allo studio del cosciente e del subcosciente e tende a una nuova visione della vita. Niente esiste, niente è vero, tutto è soltanto illusione, che ogni uomo sogna e realizza a modo suo. L’ essere umano non ha una singola personalità, ma tante personalità in continuo cambiamento. L’ uomo si illude di essere uno, mentre è nessuno e per chi lo vede e ascolta è centomila, secondo le personalità che gli altri gli attribuiscono( Uno, nessuno e centomila)

Pirandellp parte, nel clima decadente del tempo, dall’ annullamento di ogni criterio di verità oggettiva e fissa ben presto la sua attenzione sulla differenza, divario, dissociazione tra l’essere e il sembrare (Mattia Pascal).

Nel teatro la sua analisi intacca maggiormente l’ unità, la compattezza, l’ identità dell’ individuo, che appare disintegrato, dissociato in una serie incoerente di personalità e atteggiamenti diversi.

Solo una maschera, che si confonda con l’ autenticità del personaggio, può permettere all’ individuo di superare i conflitti e di ritrovare, forse, una stabilità e una qualche apparente identità.

Con il suo modo di indagare e sottolineare lo squallore e la grottesca meschinità delle vicende umane, si contrappose all’ influsso dannunziano e al concetto del superuomo.

I titoli delle sue opere già sintetizzano il suo credo filosofico( Così è se vi pare-Uno , nessuno e centomila- La ragione degli altri- Il gioco delle parti- Sei personaggi in cerca d’ autore…).

Da non dimenticare alcune battute dei suoi personaggi come: “ Io sono colei che mi si crede”( da : “Così è se vi pare”).

Il suo stile è pervaso da un sottile, fine umorismo(L. Pirandello: L’ umorismo).

I personaggi pirandelliani provengono, in genere, dall’ alta borghesia; i personaggi eduardiani dalla piccola borghesia(commercianti, impiegati…)

Pirandello è uno dei più grandi drammaturghi del secolo e insieme a Eduardo De Filippo, uno dei più rappresentati in Italia e all’ estero.

 

BIBLIOGRAFIA
Guide Bibliografiche :  Teatro-  Garzanti
          “                          Letteratura Italiana- Garzanti
De Castris  L. : Storia di Pirandello
Munafò G. : Conoscere Pirandello -  Le Monnier
Virdia F. : Invito alla lettura di Pirandello - Mursia
Lo Vecchio Musti : L’ opera di L. Pirandello
Sciascia L. : Pirandello e il pirandellismo
Caioli F.  : L’ avventura di Pirandello
Mazzali  E. :  Pirandello

Janner A.  : Luigi Pirandello

Enorme la bibliografia su questo autore.
G
li interessati possono recarsi in biblioteca o chiedere a: calvinopasquale@gmail.com

 

  ultimo aggiornamento 11/10/2010

 

Sei il visitatore n.

Ossino Web Maker ©

Accesso n.