gttempo@tiscali.it      
 

  Home - chi siamo - storia - dove siamo - contatti - i numeri - x il sociale - DVD - GTTour - sostienici
copioni teatrali - novità - musical - Napoli - per ragazzi - stranieri - monologhi - scritti per voi
cartellone - ricerca - autori - amici - info - libreria - l'esperto risponde - f.a.q.
  GTTour 2017 / 18 - GLI ALLEGRI CHIRURGHI di Ray Cooney, LA CENA DEI CRETINI di F.Veber e il debutto di LE PRENOM, CENA TRA AMICI di di A. de La Patellière e M. Delaporte : visita la sezione 'cartellone' per conoscere le date degli spettacoli                    Copioni On Line : nella sezione 'Novità' trovi gli ultimi arrivi                    L'esperto risponde : i nostri consulenti teatrali al tuo servizio                    I nostri spettacoli in DVD : il teatro a casa tua                   Primavera 2017 : raggiunta la quota di 152.000 iscritti
   

 

 

Progetto NOTE DI CLASSE
edizione 2016

spettacolo

TROPPE ARIE
Musical Comedy Show
la musica classica come non l'avete mai ascoltata

 

2 e 3 marzo 2016
CINETEATRO DON BOSCO
CARUGATE (MI)
via Pio XI 36

ingresso 5 euro

 

2 marzo 2016 - ore 11.00
spettacolo riservato alle scuole
 
2 marzo 2016 - ore 14.45
spettacolo riservato alle scuole
 
3 marzo 2016 - ore 11.00
spettacolo riservato alle scuole
 
3 marzo 2016 - ore 21.00
spettacolo aperto a tutti
 

 

Lo spettacolo

TROPPE ARIE
Una vecchia Zia, dal glorioso passato nella musica, gira i palchi dei teatri di tutto il mondo in coppia con il Nipote, talento in erba. Quindi è un duo?
No, perché c'è anche Norma, la giovane Badante della vecchia zia, che li travolge con la sua passione per la lirica costringendoli ad abbandonare il repertorio classico.
Le arie d'opera più famose vengono interpretate in modo bizzarro e divertente, accompagnate dal pianoforte, dal flauto e dai mille oggetti che Norma s'inventerà di suonare.
Tra musica classica e virtuosismi, gioco di ritmi e gags, Troppe Arie coinvolge il pubblico con tutta la sua potenza di spettacolo clownesco

 

I personaggi

LA ZIA
Da 50 anni suonava l'Opera Italiana sognando un giorno di fare l'amore con Keith Richards.

IL NIPOTE
Dopo una vita passata a suonare all'oratorio, finalmente una tournée con Zia!

LA BADANTE
La prima volta che salì su un palco, si scordò completamente che era lì per spingere una carrozzina.

I protagonisti

Trio Trioche nasce dall'esigenza di utilizzare un linguaggio in cui si fondono il teatro fisico, il clown e il virtuosismo vocale e strumentale. Tutto viene comunicato senza l'ausilio della parola, attraverso la musica ed i gesti, permettendo così d'interagire con il pubblico per mezzo di un codice universalmente riconoscibile dove le più belle arie d'opera e i brani più conosciuti della musica classica vengono interpretate, riarrangiate e dissacrate in maniera assolutamente originale.
Il loro primo spettacolo, Troppe Arie, è adatto in Italia e all'estero per un pubblico di tutte le età. Grazie alla versatilità del linguaggio utilizzato il Trio si esibisce in diversi contesti quali teatri, circhi, teatro di strada e teatro ragazzi, rassegne e festival di musica.
Grazie all’apporto di Rita Pelusio, la regista che ha voluto e intensamente partecipato alla creazione della compagnia, il Trio ha una forte caratterizzazione clownesca, dove ciò che porta alla risata spesso è il virtuosismo musicale abilmente mescolato con l’umanità e l’eccentricità dei personaggi in scena. Il musicista infatti non è un freddo esecutore ma un essere umano con i suoi difetti e i suoi tic, le sue piccole ossessioni e le sue contraddizioni: un’anziana pianista classica con la segreta passione per i Sex Pistols, un flautista rigido e ingessato che si rivela essere anche uno scatenato ballerino, una badante addetta solo al trasporto della sedia a rotelle che si scopre man mano una cantante lirica in grado di interpretare le più famose arie d'opera.

FRANCA PAMPALONI - Pianoforte
Inizia lo studio del pianoforte all'età di 8 anni diplomandosi nel 1991 presso il Conservatorio di Padova. Successivamente si laurea in Musicologia nel 1997 a Bologna e in arrangiamento e musica Jazz presso il Conservatorio di La Spezia nel 2009. Ha lavorato sul clown e il personaggio comico con diversi maestri come Jean Meaning, Rita Pelusio, Eric De Bont e Ted Keiser.
Come fisarmonicista ha suonato in diversi gruppi e collaborato con ensemble prestigiosi, come il quintetto della cantante Gabriella Ferri; l'Opera Mobile di Tristan Honsinger; "KLETZMER EXPERIENCE” di L. Di Volo e C. Bombardella incidendo l'omonimo CD con l' Orchestra Regionale della Toscana. Come solista ha inciso il CD: “Music for Accordion” .
Ha dedicato gran parte della sua attività alla composizione e all'arrangiamento delle musiche di diversi spettacoli, con Compagnie italiane internazionali: Teatro des los Sentidos di Enrique Vargas (Colombia-Spagna) e il Cyrcus Sybilla (Norvegia). Con Rita Pelusio dagli anni '90 ha condiviso diversi progetti e spettacoli. Rita cura la regia e l'ideazione dello spettacolo comico musicale “Meglio Tarde Che Mai” in duo con la flautista argentina Luz Pierotto, replicato in numerose rassegne teatrali in tutta Italia, Spagna, Portogallo, Svizzera e Brasile, e Troppe Arie, con Nicanor Cancellieri e Silvia Laniado.

NICANOR CANCELLIERI - Flauto traverso
Nicanor Cancellieri nasce a Rosario in Argentina il 24 /11/75 .
In Italia dal 1986 si è diplomato al conservatorio “L. Cherubini” di Firenze con Maria Di Sabatino ed in seguito ha sostenuto masters e specializzazioni con Michele Marasco alla scuola “ Il Trillo “ e con Fabio Fabbrizzi dell'orchestra regionale Toscana. Ha frequentato inoltre il corso biennale di “Siena jazz”. Nel suo percorso teatrale ha avuto maestri come Alexander Jakovlevic nel biennale sul metodo Stanislavskij, Franco Piacentini e Alessandro Riccio nella commedia dell'arte e Rita Pelusio e Nola Rae nell'arte del clown. Ha inoltre frequentato il Nouveau Clown Institute di Barcellona facendo stage con Loco Brusca, Jango Edwards, Jef Johnson, Eric De Bont ed altri.
Dal 2002 si esibisce nel circuito dei festival di strada e di teatro nel duo “ Giullari Fiorentini” insieme a Lapo Botteri . Fra le competenze aggiunte oltre alle principali di musicista e attore ci sono la giocoleria , il beat box e il tip tap. I principali spettacoli in cui si è esibito sono : “ La Regal Burla” regia di A. Riccio con Lapo Botteri, “Stenterello” regia di A. Riccio, “ Meglio Tarde che Mai” regia di Rita Pelusio con Franca Pampaloni e con il Trio Trioche in Troppe Arie.

SILVIA LANIADO - soprano lirico
È diplomata in arte teatrale presso la scuola di Teatro Fisico P.A.U.T. e in Teoria e solfeggio al Conservatorio di Milano. Laureata con lode in Scienze Umanistiche per la Comunicazione, comincia a cantare fin da bambina nel coro dei Minipolifonici della Città di Milano, a 12 anni interpreta il ruolo di Donizetti nell’opera lirica La Prova dell’Accademia Finale, successivamente studia canto gospel e jazz con Francesca Oliveri, e con diversi insegnanti finchè incontra Marco Farinella e l’Istituto Mod.a.i., dove si forma nello studio sulla voce come cantante e insegnante di vocalità.
Nel 2007 fonda la compagnia “Le due e un quarto”, con cui propone spettacoli che fondono teatro comico e teatro di figura in Europa e nel mondo. Il duo vince numerosi premi (Premio Benedetto Ravasio come miglior compagnia emergente, Menzione Mirabilia per miglior spettacolo di strada, Premio Gianduia di pezza per miglior spettacolo comico). Nel 2013 entra a far parte del Trio Trioche, con cui interpreta e rivisita brani di musica classica in chiave clownesca. Collabora inoltre con diverse compagnie e teatri in qualità di attrice e cantante comica.

RITA PELUSIO - regia
Inizia la sua formazione teatrale frequentando il Laboratorio tecnico per attori presso il Fontana Teatro di Milano condotto da Carlos Alsina.
Successivamente sceglie di dedicarsi al teatro comico frequentando il percorso formativo condotto da Philip Radice. Approfondisce tutti gli aspetti dell’attore comico studiando con diversi professionisti. Fonda la compagnia degli GNORRI e con questa formazione partecipa ai più importanti festival di teatro comico italiani e a numerose programmazioni teatrali. Scrive monologhi comici, collabora con Radio Popolare e partecipa al laboratorio Zelig condotto da Teresa Mannino. Nel 2006 vince il primo premio al Festival Cabaret Emergenti e il premio migliore attore comico. Fa parte del cast di Markette, su La7 ed entra nel cast di altre fortunate trasmissioni televisive.

 

 ultimo aggiornamento 31/08/2015

 

Sei il visitatore n.

Ossino Web Maker ©

Accesso n.