gttempo@tiscali.it      
 

  Home - chi siamo - storia - dove siamo - contatti - i numeri - x il sociale - DVD - GTTour - sostienici
copioni teatrali - novità - musical - Napoli - per ragazzi - stranieri - monologhi - scritti per voi
cartellone - ricerca - autori - amici - info - libreria - l'esperto risponde - f.a.q.
  GTTour 2017 / 18 - GLI ALLEGRI CHIRURGHI di Ray Cooney, LA CENA DEI CRETINI di F.Veber e il debutto di LE PRENOM, CENA TRA AMICI di di A. de La Patellière e M. Delaporte : visita la sezione 'cartellone' per conoscere le date degli spettacoli                    Copioni On Line : nella sezione 'Novità' trovi gli ultimi arrivi                    L'esperto risponde : i nostri consulenti teatrali al tuo servizio                    I nostri spettacoli in DVD : il teatro a casa tua                   Primavera 2017 : raggiunta la quota di 152.000 iscritti
   

 

Rassegna stampa
VIVERE A CARUGATE - gennaio 2004

 

TEMPO DI... SCELTE
Cosa vorresti vedere a teatro?

'Arsenico e vecchi merletti' volge ormai al termine.
L'opera di Joseph Kesselring, presentata per la prima volta a Carugate dal Gruppo Teatro Tempo nel maggio del 2003, sta completando il proprio tour nella provincia milanese. Venerdì 16 aprile 2004, a Vignate, sarà rappresentato per l'ultima volta.
Il bilancio che già ci sentiamo di poter stilare è decisamente positivo.
Innanzi tutto mai, in passato, un nostro lavoro aveva avuto così tante repliche (al momento 10) stabilendo così un piccolo record tutto personale che difficilmente in futuro potrà essere eguagliato. E se siamo giunti a tanto è sicuramente grazie all'affiatamento del gruppo ed ad un buon lavoro di squadra che ha garantito presenza e costanza in tutte le attività del prima e dopo spettacolo senza le quali non si sarebbe potuti andare in scena. A tal proposito è doveroso un particolare e sentito ringraziamento a tutti gli amici del gruppo che non si vedono sul palcoscenico (Meme, Andrea, Daniele, Stefano, per citarne solo alcuni) e che mai come durante questo tour, con il loro impegno e la loro disponibilità, si sono accollati tutti i lavori di fatica permettendoci di andare in scena riposati e con la dovuta concentrazione.
E le soddisfazioni sono arrivate anche dal pubblico, che ha sempre risposto numeroso anche nelle piazze dove non eravamo ancora conosciuti, dimostrando, a fine spettacolo, di aver gradito l'opera rappresentata e l'allestimento realizzato.

Come accade sempre alla conclusione di una bella esperienza, anche con 'Arsenico' dispiace che la cosa sia prossima alla fine. La confidenza maturata con il testo, infatti, ci permette ormai di andare in scena rilassati e dare il meglio di noi, di goderci lo spettacolo dall'interno perché liberi dall'ansia e dall'insicurezza, così come le attività di montaggio e smontaggio della scenografia possono ormai essere affrontate praticamente ad occhi chiusi.
Ma, al contempo, è proprio questa 'routine' che sta togliendo un po' dell'entusiasmo che deve necessariamente animare ogni rappresentazione. La tranquillità nell'affrontare un testo che non ha più sorprese fa nascere in noi l'esigenza di nuovi stimoli, di metterci nuovamente in discussione e di ricominciare nuovamente da capo, facendo tesoro di quanto appreso sino ad oggi.

Ed eccoci quindi alla ricerca di un nuovo testo da rappresentare.
E' sempre l'attività più difficile nella preparazione di un lavoro.
Quale genere scegliere, quale testo proporre?
Ad essere onesti, la scelta del 'genere' non presenta particolari difficoltà : è ormai da diversi anni che abbiamo sposato il teatro comico-brillante, la commedia, sia perché particolarmente gradita al nostro pubblico sia perché ci piace far ridere e divertire (forse anche perché noi per primi viviamo il nostro teatro come momento di svago e divertimento).
Più complessa è la scelta del titolo. L'offerta è vasta e spesso la qualità del testo non coincide con la nostra necessità di sperimentare qualcosa di nuovo. Inoltre, sulla carta, i copioni sembrano tutti 'meno belli' di quanto non lo siano in realtà e purtroppo non sempre si riesce a scegliere un testo avendo la possibilità di vederlo prima rappresentato : insomma sembra che non vada bene nulla.
Ecco che allora, per la prima volta, vogliamo coinvolgere in quest'attività tanto importante quanto delicata, una componente fondamentale del Gruppo Teatro Tempo : il nostro pubblico.
Se hai un titolo che vuoi vedere rappresentato a Carugate o che ti sta semplicemente a cuore, non esitare a contattarci, ti assicuriamo che la tua idea sarà valutata con la dovuta considerazione e chissà che non sia proprio la tua segnalazione il nostro prossimo cavallo di battaglia!

Puoi comunicarci le tue idee scrivendo all’indirizzo e-mail : gttempo@tiscali.it oppure telefonando al numero 347.2329015 (chiedi di Danilo).
Puoi invece trovare tutto di noi all’indirizzo internet : www.gttempo.it.

Ti aspettiamo.



 

 ultimo aggiornamento 22/11/2007

 

Sei il visitatore n.

Ossino Web Maker ©

Accesso n.