gttempo@tiscali.it      
 

  Home - chi siamo - storia - dove siamo - contatti - i numeri - x il sociale - DVD - GTTour - sostienici
copioni teatrali - novità - musical - Napoli - per ragazzi - stranieri - monologhi - scritti per voi
cartellone - ricerca - autori - amici - info - libreria - l'esperto risponde - f.a.q.
  GTTour 2017 / 18 - GLI ALLEGRI CHIRURGHI di Ray Cooney, LA CENA DEI CRETINI di F.Veber e il debutto di LE PRENOM, CENA TRA AMICI di di A. de La Patellière e M. Delaporte : visita la sezione 'cartellone' per conoscere le date degli spettacoli                    Copioni On Line : nella sezione 'Novità' trovi gli ultimi arrivi                    L'esperto risponde : i nostri consulenti teatrali al tuo servizio                    I nostri spettacoli in DVD : il teatro a casa tua                   Primavera 2017 : raggiunta la quota di 152.000 iscritti
   

 

Rassegna stampa
VIVERE A CARUGATE - giugno 2015

 

Uno SPAZIO per TUTTI

In un recente convegno organizzato da G.A.T.A.L. e A.C.E.C. Diocesi di Milano, si è sottolineato l’importante ruolo delle “sale della comunità”, quei luoghi, come il nostro CINE TEATRO DON BOSCO, che per struttura, dotazione e mandato, devono essere aperti a tutta la comunità, e alla comunità offrirsi e rivolgersi con proposte di puro svago e divertimento, ma anche di sensibilizzazione sociale, di aggregazione culturale, di supporto formativo e artistico, di approfondimento spirituale. Attraverso le forme e i modi che un palcoscenico può ospitare. Attraverso la spettacolarizzazione, nel senso più tecnico del termine, che spesso è in grado di rendere un messaggio più gradevole e per questo più diretto e assimilabile.
Ed è quello che in questi anni il Gruppo Teatro TEMPO e il Cine Teatro Don Bosco stanno facendo, cercando di tenere vivo questo spirito e questi obbiettivi, con una proposta che sia la più ampia possibile e soprattutto aperta a tutte le collaborazioni che, salvaguardando intenti e dignità della messa in scena, vogliono condividere questi intenti.
Così la stagione teatrale 2014/15 appena conclusa, oltre alle proposte più classiche (ma ricercate per qualità e genere) inserite nella programmazione in abbonamento della rassegna SIPARIO!, ha voluto offrire una serie di titoli che non dimenticassero nessuno degli obiettivi citati sopra.
Ecco allora MISS PARKINSON, per ricordare e sensibilizzare con un sorriso su una malattia tanto diffusa quanto sconosciuta ai più, se non direttamente coinvolti.
E il ritorno della nostra fortunatissima CENA DEI CRETINI, per raccogliere fondi a sostenere la battaglia che MAX, l’amico di sempre, da troppi anni sta conducendo per vivere una vita il più normale possibile, e che ha avuto una toccante risposta di pubblico.
E ancora è stata una soddisfazione vedere il teatro riempirsi di ragazzi ed adolescenti per assistere allo spettacolo IO ME NE FREGO, che ha loro aperto gli occhi sulla attualissima problematica del bullismo giovanile.
IL VSITATORE, egregiamente rappresentato da LA BETULLA di Brescia, ci ha dato uno spunto di riflessione sull’atavico scontro dialettico tra scienza e religione, mentre ci siamo divertiti con il nostro MA CHI L’HA MESSA QUESTA SCOMMESSA a festeggiare gli anniversari di matrimonio della nostra città.
Ultimo ma non ultimo, a turno le scuole elementari e medie, statali e paritarie al gran completo, sono state avvicinate simpaticamente alla musica lirica e rock con il progetto NOTE DI CLASSE.
E tutto fatto anche con lo scopo di tenere viva e di ampliare la rete di collaborazione tra le diverse realtà sociali e culturali del paese : oratorio, scuole, parrocchia, e le varie associazioni di volontariato tra cui giusto citare AVIS e AIDO, partner storici delle nostre attività. Particolare ringraziamento per la collaborazione a tutto tondo va al Comune di Carugate, all’assessore alla Cultura e alla direzione della Biblioteca di Carugate, con cui ogni anno si intrecciano collaborazioni bilaterali che hanno sempre trovato la reciproca collaborazione ed il medesimo entusiasmo, con il comune scopo di divertire, formare e informare. In una parola fare cultura a tutto tondo senza pregiudizi o preclusioni.
Con questo spirito stiamo approntando la prossima stagione teatrale, giunta ora alla sua settima edizione. A voi chiediamo solo di essere un pubblico attento e presente. Al resto pensiamo tutto noi.


 

 

 
 ultimo aggiornamento 05/06/2015

 

Sei il visitatore n.

Ossino Web Maker ©

Accesso n.